Crea sito

Attentato Alla Gioventù

Attentato alla gioventù, ogni volta che sento al telegiornale notizie a proposito di persone che hanno compito stragi, facendosi saltare in aria, o maneggiando come un giocattolo un kalashnikov, mi domando il perché, ma ancor di più la logica che loro usano per agire. Mi risulta difficile pensare ad uomo travestito da babbo natale che spara a caso in un night club, segno per eccellenza del divertimento e della gioventù. Colpire la notte di capodanno, quando ognuno di noi scrive i propositi dell’anno nuovo, sperando che l’anno che entra sia migliore di quello passato. Ogni persona la notte del 31 ha cercato di dimenticare gli avvenimenti brutti avvenuti l’anno precedente, provando ad andare avanti, perché come tutti sappiamo, tutti noi aspettiamo la fine dell’anno per dire da domani cambierà tutto, sarò una persona nuova. Io sinceramente non mi so dare una spiegazione a tutto questo, posso solamente dire che bisogna fermare questo movimento estremista non solo a parole, ma anche con i fatti. Perché è vero noi potremmo sempre vivere liberamente, ma diciamoci la verità, quanti di noi pensano prima di andare in un posto affollato, o possibile mira di queste persone(se cosi vogliamo chiamarle), se possa succedere quello che è già successo a Istanbul, Parigi, Monaco e Nizza?

Non volevo che l’anno iniziasse in questo modo, e  sperando che atti del genere non si compiano più vi auguro un anno pieno di emozione e di vita.javascript:void(0);

FINALLY RESTART…

Io che non mi sono mai descritta abbastanza, io che non voglio svelarvi chi sono realmente, io sono io. Sono quella che a paura di rimanere da sola, direi quasi di soffrire di sindrome dell’abbandono. Sono quella ragazza che ha sempre bisogno di fuggire.

Sono quella ragazza che non si arrabbia quasi mai e se lo fa scorda completamente la litigata per il nervoso.

Sono quella ragazza testarda fino alla fine.

Amare per me significa amare senza limiti, sono una diffidente incallita, ma state certi che se trovo quella persona a cui cedere la mia fiducia la cedo con tutta me stessa.

Infatti io non sono amica di tutti, anche se cosi potrebbe sembrare, la mia vera amicizia è esclusiva.

Sono quella ragazza insicura, timida e molto impacciata.

E quella che se è nervosa diventa insopportabile.

Io sono sempre tra le mie e scrivo scrivo e scrivo.

Ma anche se sono tutte queste cose voglio stare sempre al centro dell’attenzione, sono una bambina certe volte, è per questo faccio sempre tante figuracce.

Ma adesso sono qui per dire una cosa a me stessa.

Scegli i sogni prima dei doveri quelli non ti abbonderanno mai. Scegli te stessa prima degli altri, fidati di te stessa, e stai diventando la persona a cui aspiravi a diventare. Stai per passare al livello successivo anche se c’è ancora tanta strada da fare. Devi imparare ad amare i tuoi difetti, e fare uscire la vera te.

 

Who I Am

Da quando avevo dieci anni volevo diventare un attrice e volevo vivere il mio sogno , ma poi le cose sono leggermente cambiate, ho abbondonato la scuola di Musical, ho abbandonato me stessa. Questa è stata la mia prima rinuncia. Ho rinunciato ai miei sogni, all’essere. Sapete una cosa tutt’ora non capisco ancora chi sono. Amo recitare, ma quando ho preso la decisione di prendere medicina ho ascoltato gli altri e riflettuto che era la cosa più razionale da fare. Mi hanno detto che se quella era la mia strada a quest’ora sarei già diventata famosa, ma sapete cosa c’è da mesi a questa parte non guardo più quei siti provini, perché anche se ci sarebbe il ruolo adatto a me i miei non mi porterebbero. Vorrei fosse più semplice.  Vorrei che i miei genitori mi avessero sostenuto contro tutto e tutti per continuare il mio sogno. Quando ho lasciato avevo appena dodici anni, ma sapete una cosa, era il mio inizio, era l’inizio  di quello che sarei diventata. Volevo essere ma adesso chi sono?

Je vole~ Io volo

Miei cari genitori io vado via
Vi voglio bene, ma vado via
Non avete più una bambina, stasera
Io non fuggo, io volo
Cercate di capire, io volo
Senza fumo, senza alcool
Io volo
Io volo

Mi osservava, ieri…
preoccupata, turbata, mia madre.
Come se lei lo sentisse.
Aveva dei dubbi.
Capiva.
Le ho detto che stavo bene, con un’aria serena.
Lei ha fatto finta di niente
E mio padre, disarmato, ha sorriso.
Senza voltarsi
Allontanarsi sempre di più
Una stazione, un’altra stazione
E finalmente, l’Atlantico.

Miei cari genitori io vado via
Vi voglio bene, ma vado via
Non avete più una bambina, stasera
Io non fuggo, io volo
Cercate di capire, io volo
Senza fumo, senza alcool
Io volo
Io volo

Io mi chiedo, sul mio cammino,
se i miei si rendano conto
che le mie lacrime hanno bagnato le mie promesse
e la voglia di andare avanti.
Semplicemente credere nella mia vita,
vedere ciò che ho promesso a me stessa
Perché, dove e come,
in questo treno che si allontana…
Ogni istante di più.

È strana, questa gabbia
Che mi serra il petto
Non posso più respirare
Mi impedisce di cantare.

Miei cari genitori io vado via
Vi voglio bene, ma vado via
Non avete più una bambina, stasera
Io non fuggo, io volo
Cercate di capire, io volo
Senza fumo, senza alcool
Io volo
Io volo
Io volo

Let’s change

imageDa oggi partirà una serie di articoli dedicati alla mia pre-partenza.
Voi non lo sapete ma fra 15 giorni partiró per Dublino e starò lì per un mese.
Oggi ho iniziato a scegliere cosa mettere in valigia e vi giuro all’inizio ero entusiasta dell’idea ma poi è iniziata la depressione, non per il viaggio perché di quello sono felicissima, ma per qualcos’altro. Comunque non vedo l’ora di partire. Vi lascio con questa foto. Mi raccomando viaggiate anche se questo costerà abbandonare qualcosa o qualcuno. Prendetevi la vostra rivincita. Non rinunciate al cambiamento ne alle vostre promesse. Io la mia l’ho mantenuta.
Nelea<3

Di nuovo

Un’ora. Un mese o forse più. Per riordinare le idee. Per avere il tempo di piangere e di sorridere ancora. Prendersi un po’ di tempo per riflettere. Per distrarmi. Aspetto.

Aspetto di cadere per poi rialzarmi per cicatrizzare le ferite. Devo riprendere fiato.

Smettila.

Di fare ciò che gli altri si aspettano da te. Di capire perché non ti capiscono. Smettila con la solita routine, smettila di fare sempre le stesse cose ogni giorno, smettila. Smettila di giudicarti. Smettila di avere fretta. Tu sei importante, a prescindere da ciò che fai, sei importante per te, ricordatelo sempre. Prenditi cura di te stessa. Perché non sei ciò che fai, tu sei ciò che sei e basta, quella che vuoi essere.

E se non hai voglia di scrivere, se non hai voglia di uscire, non nasconderti dietro ad un rossetto rosso cosi tutti pensano che tu sia felice, non farlo. Prenditi un’ora, un giorno, o forse più.

Un mese, come ho fatto io, prima di riscrivere, e dimostrare a tutti chi sono io, che cosa voglio, anche se prima dovrò capirlo io. Sono stata in pausa. Perché ne avevo bisogno. Perché ci sono giorni in cui devi solo elaborare e rielaborare, pensi continuamente. Un dolore, una delusione, un abbandono. Una ferita che diventerà cicatrice, ma non farà più male. Sarà un ricordo, di quella volta che sei caduta e ti sei rialzata. Senza fretta. Con tutto il tempo di cui avevi bisogno. Con tutto l’amore che puoi provare nei confronti di questa te, che è la tua migliore amica. Ed è la persona con cui dovrai vivere tutta la tua vita.

Per chi se lo fosse chiesto: non ero sparita. Ma ne avevo voglia. E mi era necessario per sopravvivere vivere di nuovo.

 

Dormire

joiioDormire, svegliarsi, vivere e dormire nuovamente. Il tempo passa, certe volte corre, imita il passato e trasforma il presente. Il tempo ci sfugge, ci cambia. Ci fa dimenticare e certe volte i ricordi piano piano svaniscono. Il tempo torna sempre, quando meno te lo aspetti. Spesso questa vita manca di dolcezza. La stessa dolcezza che porta a vedere con occhi diversi le persone e rinchiuderle in un cassetto della memoria in una parte del nostro cuore certe volte con tutti i se e con i ma, che servono solo ad avere rimpianti. Ed è lì che devono stare per ricominciare a vivere, innamorarsi, respirare aria nuova. Fino a quando non incontrerai quell’aria in qualcun altro, quella persona. E succederà senza più voltarti al passato ma soltanto con la consapevolezza che tutto ciò che è stato, è vita, ed è stata splendida. Quella valigia, quel tempo che ti porterai dietro per sempre e che ti rendono la persona che sei. Ma solo a un patto: se riuscirai a perdonarti, potrai ricominciare a sognare, potrai ricominciare a vivere. Ancora, e un’altra volta ancora. Ritenendo il tempo la cosa migliore che hai. Ma la verità è che il tempo cambia, cambiano le ore, i minuti, i giorni, gli anni, ma cambiamo sopratutto noi.

Senza un motivo, senza un preciso perché. Succede, quando meno te lo aspetti.

Perciò perdonati per il passato, e ricomincia a sognare.

Fallo per te, e per noi.

A

Amore. Quello con la A maiuscola. L’amore da favola, di quelli che ti restano impressi nel cuore e nella mente, quello che alla fine secondo me arriva solo una volta nella vita, almeno quello vero. Chiudevo gli occhi e vedevo loro, vedevo loro e pensavo all’amore. Si, perché non erano semplicemente Meredith e Derek, erano gli unici a capire che insieme potevano essere straordinari piuttosto che ordinari separati. Ci vuole coraggio, e loro l’hanno avuto, hanno sconfitto un matrimonio, sono andati contro tutto e tutti perfino contro di loro, le loro mentalità e il loro modo di vedere la vita. Prendi me, scegli me, ama me. E io mi sono persa nello sguardo di un uomo innamorato, tutti desideriamo una persona che ci guardi in quel modo. Non è stato facile. Si sono presi e lasciati, presi e lasciati di nuovo. Ogni volta era un colpo al cuore sia per Meredith ma anche per Derek, di quelli quando stai con l’ansia del “gli piaccio o non gli piaccio”, “mi cerca o non mi cerca”, “mi vuole o non mi vuole”. La sensazione era la stessa: farfalle nello stomaco, fitte, sorrisi e pianti, anche se Meredith sappiamo benissimo non era di casa per queste emozioni . Ma l’amore è imprevedibile. E’ quello del ciò che mi porta ad odiarti mi spinge ad amarti. Siamo anche degli inguaribili romantici, che darebbero qualsiasi cosa pur di avere un uomo come Derek che non ha smesso un secondo di guardarla in quel modo, nel loro modo, che il solo pensiero di un’altra persona a quel posto ci dava alla testa. Quindi, se c’è una sola certezza sull’amore io sono convinta che sia tutto questo. L’altra metà della mela. La tua persona. La tua casa. Nessun altri occhi, nessun’altra bocca, nessun altre braccia, nessun’altro. La parte che alla fine ti rende migliori.

large

fermiamoci a pensare…

Quando proposi la teoria della relatività, pochissimi mi capirono, e anche quello che rivelerò a te ora, perché tu lo trasmetta all’umanità, si scontrerà con l’incomprensione e i pregiudizi del mondo. Comunque ti chiedo che tu lo custodisca per tutto il tempo necessario, anni, decenni, fino a quando la società sarà progredita abbastanza per accettare quel che ti spiego qui di seguito. Vi è una forza estremamente potente per la quale la Scienza finora non ha trovato una spiegazione  formale. È una forza che comprende e gestisce tutte le altre, ed è anche dietro qualsiasi fenomeno che opera nell’universo e che non è stato ancora individuato da noi. Questa forza universale è l’Amore. Quando gli scienziati erano alla ricerca di una teoria unificata dell’universo, dimenticarono la più invisibile e potente delle forze.

L’amore è Luce, visto che illumina chi lo dà e chi lo riceve. L’amore è Gravità, perché fa in modo che alcune persone si sentano attratte da altre. L’amore è Potenza, perché moltiplica il meglio che è in noi, e permette che l’umanità non si estingua nel suo cieco egoismo. L’amore svela e rivela. Per amore si vive e si muore. Questa forza spiega il tutto e dà un senso maiuscolo alla vita. Questa è la variabile che abbiamo ignorato per troppo tempo, forse perché l’amore ci fa paura, visto che è l’unica energia dell’universo che l’uomo non ha imparato a manovrare a suo piacimento. Per dare visibilità all’amore, ho fatto una semplice sostituzione nella mia più celebre equazione.

Se invece  di E = mc2 accettiamo che l’energia per guarire il mondo può essere ottenuta attraverso l’amore moltiplicato per la velocità della luce al quadrato, giungeremo alla conclusione che l’amore è la forza più potente che esista, perché non   ha limiti. Dopo il fallimento dell’umanità nell’uso e il controllo delle altre forze dell’universo, che si sono rivolte contro di noi, è arrivato il momento di nutrirci di un altro tipo di energia. Se vogliamo che la nostra specie sopravviva, se vogliamo trovare un significato alla vita, se vogliamo salvare il mondo e ogni essere senziente che lo abita, l’amore è l’unica e l’ultima risposta. Forse non siamo ancora pronti per fabbricare una bomba d’amore, un artefatto abbastanza potente da  distruggere tutto l’odio, l’egoismo e l’avidità che affliggono il pianeta.

Tuttavia, ogni individuo porta in sé un piccolo ma potente generatore d’amore la cui energia aspetta solo di essere rilasciata. Quando impareremo a dare e ricevere questa energia universale, Lieserl cara, vedremo come l’amore vince tutto,
trascende tutto e può tutto, perché l’amore è la quintessenza della vita. Sono profondamente dispiaciuto di non averti potuto esprimere ciò che contiene il mio cuore, che per tutta la mia vita ha battuto silenziosamente per te. Forse è troppo tardi per chiedere scusa, ma siccome il tempo è relativo, ho bisogno di dirti che ti amo e che grazie a te sono arrivato all’ultima risposta.

Tuo padre Albert Einstein

 

 

Creature

Noi ci innamoriamo delle cose che creiamo, le consideriamo i nostri piccoli bambini, le nostre prime soddisfazioni. Essere riusciti a fare qualcosa, senza rimpianti, senza rimorsi. Ognuno cresce perché, anche se fa strano ammetterlo, viene ostacolato. Cade, cerca di riprendersi e si rialza. Nei nostri progetti capita quasi sempre cosi, ma in questo caso sta a noi decidere quanto impegno mettere per proseguire. Le mie piccole creature, molte, sono rimaste indietro, perché io in fondo sono una persona che non si impegna, non l’ho mai fatto. Ma io sono cosi inizio una cosa e il mio impegno si disimpegna, ma vi giuro io voglio cambiare.

1 2 3 4