Crea sito

DUBLIN

Testo

ANDARE CONTRO TUTTI

 ESCAPE='HTML'

Sapete io parto sempre o il giorno del mio compleanno o prima quindi “il mio giorno” lo festeggio solitamente in vacanza, negli ultimi 5 anni ho fatto 3 crociere e posso dire che è la vacanza che preferisco in assoluto. Il primo anno sono partita con Msc Fantasia, l’anno successivo con Msc Divina, il terzo con Msc Orchestra. L’anno scorso tra me e la crociera c’è stato un anno di pausa perché sono andata in viaggio-studio a Dublino, mi sono divertita tantissimo, ma la crociera resta sempre al primo posto per me. Quest’anno vorrei tanto ripartire ma è più difficile degli altri anni il tempo per prenotare è poco visto che i miei genitori hanno le ferie a inizio luglio e ci sono degli ostacoli. Io consiglio la crociera perche fai tutto, la mattina, o anche il pomeriggio esci a vedere le città, a pranzo mangi qualcosa al buffet o al ristorante, io adoro il buffet perché ci sono tantissime cose da mangiare ti siedi al tavolo affacciato sul mare che salpa le onde e ti rilassi. Il pomeriggio puoi stare a bordo piscina a prenderti il sole oppure ti fai il bagno o entri nell’idromassaggio. Vedi tanti bei posti, in tre anni non so quante città ho visto, vedi tanto in poco tempo,  io ho visto Genova 2 volte; l’acquario è fenomenale, vicino l’acquario c’è credo la nave di Jack Sparrow(se sbaglio avvisatemi) che scatena la tua fantasia; ho visto Marsiglia e il suo profumo di lavanda addolciscono anche una giornata di pioggia proprio come quella che ho trovato io oltretutto era domenica. Io non amo molto i mercatini ma quello che c’era nel porto vecchio mi ha proprio affascinato e poi c’è Notre-Dame-de-la-Garde e la sua vista panoramica della città che ti lascia “senza parole; Barcellona,città creativa,amichevole e singolare con la sua artistica Ramblas mostra i suoi personaggi stravaganti che allo stesso tempo sono pieni di fascino, lasciano l’impronta e la Boqueria, un esplosione di colori e profumi, la Sagrada Familia, non avevo mai visto una fila cosi lunga immagina come deve essere all’interno se da fuori la guardi con il naso all’insù, durante la mezza giornata a Barcellona ho cucinato i miei genitori perche volevo un paio di Espadrillas alla fine una mezzoretta prima di partire le ho trovate; Palma di Maiorca, sono sbarcata il giorno del mio compleanno,ero un po’ impaurita perché ad un certo punto ci siamo persi, comunque appena siamo arrivati abbiamo notato la maestosità della cattedrale di Santa Maria, bellissima ma visto l’orario era chiusa che si affaccia nel lago del Par de la Mer, credo che durante l’estate si svolgono spettacoli con l’acqua visto che di fronte il lago c’era una platea, la sera abbiamo mangiato in un posto dove si mangiavano delle tapas buonissime; Ibiza, io adoro Ibiza la definirei la città bianca che non muore mai :la mattina sono andata a mare a Playa d’en Bossa, l’acqua è trasparente, ogni baia racchiude un mondo di divertimento e pace,il pomeriggio ho visitato il centro della città,senza parole, abbiamo visto dei vip(seguiti dai loro bodyguard) ancora non identificati e a cena abbiamo mangiato all’Hard Rock Cafe ; Tunisi, questa città conserva sempre il suo fascino storico e i suoi colori,una di queste è Cartagine spettacolare testimonianza del passato e la casa blu che ci mostra la vita tunisina, ricorderò per sempre bambini e ragazzi che davano fiori tipici tunisini ai turisti in cambio di pochi centesimi per aiutare le loro famiglie; La Valletta città che all’inizio, dico la verità, ho sottovalutato anche perché non l’avevo mai sentita nominare, e allora ho pensato sarà un paesino, invece no è veramente bella se dovete fare qualche esperienza linguistica ve la consiglio, quello che ho amato di più sinceramente sono le fontane danzanti; Venezia città che rispecchia l’arte in tutte le sue forme : chiese, monumenti, manifestazioni(es. La Biennale) non impongono l’entrata in un museo ma riesci a vedere tanto anche a cielo aperto con le sue gondole,questa città non ha perso le sue tradizioni e le mostra al mondo ogni giorno, a pranzo ho fatto una sosta all’hard rock cafe un po’difficile da trovare ma anche se erano le 11 di mattina mi sono mangiata un panino enorme più patatine vi sembrerà strano ma sono una mangiona; poi ho visto Dubrovink una meraviglia pure li pensavo di annoiarmi invece che divertimento!!! La cosa più divertente mia madre ha mangiato maccheroni al cioccolato che forse la gente del posto reputa buoni ma noi che la pasta la mangiamo salata non fa un buon effetto; Monaco è bellissima l’avevo già sentita nominare a proposito della sua maestosità ed è proprio come me l’aspettavo; La cattedrale, il palazzo dei principi, il casinò, non voglio ingigantire la cosa ma per me che un giorno voglio vivere a New York, Montecarlo è quasi al secondo posto, il fatto interessante di questa tappa è che durante il ritorno alla nave di fronte la casa di Carolina di Monaco ha parcheggiato una macchina che aveva come targa uno dei primi numeri “007”(non era James Bond)era uno dei suoi figli; Katakolon in questa tappa ho fatto l’escursione e sono arrivata ad Olimpia, il luogo di nascita dei giochi olimpici con il suo primo stadio da 40000 spettatori sembra di ritornare nell’antica Grecia, il fascino di questo posto ti lascia senza parole; Istanbul città con un anima e una storia molti penseranno che è la capitale della Turchia,se siete come me ,invece no ma ora come ora rimane il cuore culturale dello stato luoghi come Ayasofya,la Moschea Blu,con i suoi mosaici bianchi e blu, e la Basilica Cisterna la rendono indimenticabile,le sue persone che durante la pausa non bevono un caffè come noi italiani ma un tè alla mela , se ti trovi sul ponte del Bosforo puoi passare da un continente all’altro e non devi prendere nessun’aereo o treno un passo e sei in Asia o se ti trovi dall’altra parte in Europa, non ricordo esattamente che festa c’era ma durante una passeggiata nei giardini di palazzo Topkapi è passata un sfilata con turchi vestiti in abiti locali; Smirne o Izmir non l’ho visitata ho fatto l’escursione che prevedeva Efeso, quel giorno faceva un caldo pazzesco, a terra c’erano un sacco di formiche definite da me stessa carnivore per quanto erano grandi. Il percorso è lungo ma alla fine ne vale la pena perché trovi davanti a te la biblioteca di Celso, immensa, lungo il percorso c’era una guida che descriveva il percorso un fatto che mi è rimasto impresso ,davanti ai cosiddetti bagni pubblici di allora la guida ci disse che durante l’inverno i signori ricchi si facevano riscaldare il water dagli schiavi, pensate che io quando trovo una sedia calda da McDonald non mi sopporto figuriamoci cosi; Palermo sono sempre più convinta che abbia due facce una artistica con il suo teatro Massimo,che ho visitato, io ho sempre amato recitare quindi è stata un’emozione pazzesca, palazzo dei Normanni con la cappella Palatina, la Cattedrale, Piazza della Vergogna,vicino abbiamo notato un carrettino trasportato da un asinello  che risvegliava in un certo senso l’anima del post, la seconda faccia e quella popolare dei mercati. Girando per la città ci siamo resi conto che c’era La Festa Di Santa Rosalia e c’era un vialetto pieno di cose rosse e poi tante fotografie affianco alla statua di Santa Rosalia, prima di riprendere la nave ci siamo fermati a mangiare i cannoli siciliani. L’unica cosa che forse mi ha rattristito sono stati i palazzi distrutti vicino al terminal crociere;Messina ho fatto l’escursione a Taormina è di una bellezza inimmaginabile, il suo teatro poi senza parole, non potevo credere di essere in un teatro dove hanno cantato grandi volti della musica, Taormina è una città ricca di arte. Questa è la mia vacanza preferita raccontatemi le vostre….. kiss kiss Nelea

P.S se volete delle immagini let me know!!!